Enrico Deiana: Biografia, opere e contatti

Nato in Sardegna nel 1993, Enrico Deiana si diploma nel Liceo Artistico di Olbia nel 2012, si
trasferisce a Firenze e si laurea nel 2016 in Pittura ed Arti Visive nell’Accademia di Belle Arti di
Firenze e nel 2019 in BCAA, presso la stessa Accademia.
Lavora prevalentemente ad olio su tela. Mostra fin da piccolo un profondo interesse per l’arte figurativa classica, precocemente dilettendosi
nella riproduzione d’opere dei Maestri del Tardo Rinascimento che lo hanno sempre immensamente
affascinato. Enrico si interroga sul ruolo che dovrebbe oggi avere l’arte, nell’era del dominio tecnologico, della
virtualità, del freddo profitto finanziario e del consumismo cieco che lascia poco spazio alla
spiritualità, alla cultura, alla tradizione, all’espressione vera e luminosa dell’essenza umana.
Sente che l’arte viene sempre più relegata ad insipido intrattenimento per le folle e mezzo di
anestetizzazione dei disagi sociali oppure a a sfogo nichilista che alimenta vuoto interiore.
E’ da anni alla ricerca di un’efficace risposta che porti a riallacciare il patrimonio culturale del
passato con il presente, unendo tradizione e modernità, esplorando la luce e l’oscurità dei nostri
tempi. I suoi dipinti, prevalentemente ad olio su tela, sono caratterizzati da uno stile figurativo
sperimentale, che è in continua evoluzione, alla ricerca di una sintesi artistica sempre più d’impatto.

Alcune opere

Storie di una vita virtualizzata 002: il Computer


Dimensioni: 91 x 75,5 cm

Le sue falangi si sono allungate in modo da raggiungere più facilmente la
tastiera che userà per dare i comandi al suo calcolatore elettronico.
Gli occhi dell’uomo barbuto sono persi all’interno di quel grosso schermo
a tubo catodico; lo sguardo risulta spento, devitalizzato e caratterizzato da
una passiva disperazione, in uno stato semi onirico di sottomissione di
fronte alla potente tecnologia.
La barba è cresciuta in senso orizzontale, adattandosi al piano del tavolo
che sostiene il grosso monitor e ne permette la fruizione continua
ininterrotta.

Autoritratto 001: Apocalisse


Dimensioni: 119 x 59,5 cm

Mi ritrovai disteso su un pavimento di una casa diroccata, il muro era
quasi completamente crollato.
Un fungo atomico nello sfondo, un cielo rosso sangue ed un paesaggio in
penombra completamente distrutto; niente sembra ormai rimasto ma io
sono ancora vivo ed incolume.
Guardo con terrore alle mie spalle; esalo i miei ultimi respiri? E’ la mia
esperienza su questa terra quasi finita? L’esplosione arriverà a breve, ma io sono ancora qui.

Contatti

Tel: 3421044366

email:enricodeianaart@gmail.com


Instagram: enricodeiana.arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *