Fabio Picardi, in arte Scarabocchio: Tutto sull’artista

Chi è Scarabocchio?

SCARABOCCHIO è un portatore sano di “Good vibes” e buon umore, è azzurro cielo nella sua veste ufficiale ma cambia come un camaleonte all’occorrenza. Ha espressioni forti e forme nette, accessori e personalità bizzarre ma nitide. Viene spesso ritratto con le braccia aperte come a voler abbracciare il mondo e chiunque posi il suo sguardo su di lui. Il nostro personaggio non ha età, genere, sesso, ideologia. A volte è forte, sognatore. A volte pauroso ma caparbio. Si sente solo ma spesso non ne può più di stare in compagnia. Ha mille facce. Si adatta, ma resta lui. SCARABOCCHIO è irriverente e dolce, perfetto in un atelier o in strada. SCARABOCCHIO è il Cenerentolo degli scarabocchi. È di tutti ed è tutti noi, racconta attimi di vita quotidiana e ferma un’emozione che attraverso l’arte diventa eterna.

PRIMI AMORI

Fabio Picardi, in arte Scarabocchio

Fabio Picardi, in arte SCARABOCCHIO, nasce a Torino nel 1980; E’ un artista sensibile, romantico e nostalgico, si definisce “ambasciatore di gentilezza”. Autodidatta, è da sempre appassionato di disegno come espressione e arte comunicativa: trova la sua prima vera dimensione artistica negli anni dell’adolescenza quando si avvicina al mondo del writing. L’autore passa dalla carta al muro e sperimenta una forma di arte libera, all’aria aperta, con superfici pittoriche ampie che permettono all’artista di utilizzare bombolette spray come fossero enormi pennelli.
Amante del cinema e dei classici anni 80, è appassionato di pellicole come “I Goonies” e “Ritorno al futuro”: veri cult della sua generazione.
Si diploma come Tecnico della Grafica Pubblicitaria e negli anni successivi consolida plurime esperienze in agenzie di pubblicità spaziando dalla carta stampata al ruolo di web designer. La passione per il disegno è forte e viene richiamato dall’estro creativo come fosse la voce delle sirene per Ulisse: la sua arte ha colori accesi a tinte piatte, curve morbide, linee spesse ma semplici, nette e d’impatto.


Contrariamente a ciò che accade nell’Odissea, Fabio ascolta questo suadente richiamo e si fa ammaliare: cede alle lusinghe della creatività abbandonando quel senso di controllo, di ricerca della perfezione pittorica che negli anni precedenti avevano bloccato e influenzato molto la sua espressività. A 42 anni avviene per lui una rinascita, un’esplosione, un cambiamento radicale e profondo. Secondo la biologia ogni sette anni le nostre cellule si rinnovano completamente, ed è proprio questa l’età che si considera l’anno della piena maturità umana. Per l’autore si apre una “porta di trasformazione” verso il nuovo, l’età della ragione ma anche della sperimentazione artistica: tutto è in movimento. Istinto, fantasia e immaginazione: una seconda, potente adolescenza. Un mix di street art, illustrazione e pop art a tecnica mista: si spazia nelle dimensioni, nei supporti e c’è una costante ricerca di novità per stupire e stupirsi. Spray, marker dal mondo dei graffiti, acrilici, Uniposca sono solo alcune delle armi del mestiere che utilizza l’autore per la realizzazione delle sue opere.

BUONI O CATTIVI?

Trasportato da questa nuova linfa creativa Fabio, nel corso del 2022 si concentra nel disegno di un personaggio di fantasia curandone dettagli e particolari immaginati che mano a mano prendono forma su pagine e bozzetti, fogli volanti come in una splendida ossessione creativa che fa nascere il suo progetto artistico: SCARABOCCHIO. Il soggetto delle opere ha spesso caratteri simili all’autore e questo fa nascere un’empatia reciproca che dona un’esperienza immersiva a tutti coloro che si avvicinano alla sua arte. “SCARABOCCHIO sono io, mi somiglia nell’essenza del fisico e del carattere”: dichiara l’artista.

LA GENTILEZZA E’ DA VERI DURI




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *