GLI ANGIOLETTI DI RAFFAELLO

Si tratta di due simpatici angioletti pensosi , ritratti ai piedi della famosa” Madonna Sistina ” opera di Raffaello del 1513 per la citta’ di Piacenza.

Ma questo articolo non vuole raccontare del grande Maestro Urbinate né delle vicende che portarono la grande pala d’ altare a Dresda dove oggi e’ ancora visibile.

( A ben vedere Raffaello non si e’ mai neppure cimentato nella rappresentazione di quel ” Raphael” di cui portava il nome , eppure angeli ed arcangeli sono una presenza diffusa e costante in tutta la sua produzione artistica… ne dipinse di tutti i tipi e in tutte le fogge : vestiti o nudi , solidi come atleti o impalpabili come nuvole. Accanto all’ Altissimo, o umilmente al lavoro reggendo fiaccole , targhe e cartigli.

E poi mentre cantano e suonano , indossano armature e vibrano lance…….

Alcuni hanno incarichi davvero decisivi da compiere; altri non hanno apparentemente nulla da fare , e pare addirittura si annoino, svagatamente appoggiati a una balaustra di legno…)

Tratto da ” Gli Angeli” di Marco Carminati

Ed e’ così che il dettaglio diventa opera a se’ stante.

Negli anni 70 vengono utilizzati come marchio di una nota societa’.

Gia’ nell’ 800 apparivano sulle porcellane artistiche tedesche.

La diffusione mediatica e commerciale di questa iconografia prosegue inarrestabile ancora oggi.

“Da lui quando visse, la natura temette di esser vinta, ora che egli e’ morto teme di morire “

close

NON PERDERTI I PROSSIMI ARTICOLI!

Ogni domenica ti invieremo gli articoli migliori della settimana, avrai accesso ai nuovi articoli prima degli altri e riceverai film e documentari a tema arte consigliati!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Un pensiero su “GLI ANGIOLETTI DI RAFFAELLO

  • Gennaio 30, 2023 in 8:06 pm
    Permalink

    I must thank you for the efforts you have put in writing this site. I really hope to view the same high-grade content from you in the future as well. In fact, your creative writing abilities has inspired me to get my own website now 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *